giro del mondo Preparazione

Ma quanto costa girare il mondo?

on
2018-08-23

Il giro del mondo è un sogno di tanti, spesso tarpato sul nascere per le sue cifre proibitive, voli in primis. Tutti quanti, noi compresi fino a qualche mese fa, viviamo nella convinzione che senza un budget tendente all’infinito, un jet privato e un salvadanaio pieno di carte di credito, non si possa partire per il giro del mondo.

Sappiate che nel nostro garage non nascondiamo un jet privato: non abbiamo nemmeno un garage, a dirla tutta. Abbiamo solo un porcellino, nero invece di rosa, talmente povero che non vale la pena sfondare. Noi ci siamo dati subito un limite massimo di tempo, ovvero 100 giorni. Rientrare per Natale ci sembrava cosa buona e giusta. Poi siamo passati alla questione budget, affrontando per prima la grande spesa degli spostamenti aerei. Chi ha molto tempo a disposizione, può arginare la questione muovendosi in bicicletta, in camper o in groppa a un cavallo. Addirittura c’è chi si sposta solo a piedi. Sulla carta è meraviglioso, certo, ma un giro del mondo in “massimo 3 mesi” è per ovvi motivi infattibile senza salire su un buon numero di aerei.

Felice di essere povero

Pensavamo che comprare tutti quei voli – almeno 8 – per il giro del mondo ci sarebbe costato una follia. Quello sarebbe stato il primo, nonchè ultimo, ostacolo al decollo della nostra avventura, ne eravamo certi. Era gennaio quando abbiamo iniziato le nostre ricerche con un itinerario vagamente definito in testa. Avevamo un buon 9-11 mesi di anticipo, e il costo di tutti i voli si aggirava intorno ai 1200 euro a testa. Una cifra decisamente più bassa rispetto alle nostre cupe previsioni. Forse detta così – milleduecento euro – può sembrare non poco, ma pensate ai vostri amici che sono saliti su un volo per qualche destinazione esotica nel mese di agosto, e chiedetevi quanto avranno speso.

L’acquisto dei voli non è stato immediato – stiamo parlando di un giro del mondo, non di un weekend ad Amsterdam. Prima di cliccare il temutissimo “prenota” sono passati altri mesi, per l’esattezza cinque. Abbiamo continuato a tenere i nostri voli sotto controllo, una settimana dopo l’altra, nel terrore di vedere crescere vertiginosamente il loro costo. Di nuovo contro ogni previsione, non è successo. Certo, abbiamo dovuto spostare di qualche giorno avanti e indietro un paio di voli, accontentarci di orari notturni e scali infiniti, ma il nostro giro del mondo è diventato fattibile. E una volta cliccato il primo “prenota”, reale.

Durante le nostre lunghe ricerche, abbiamo letto che prenotare viaggi aerei di mercoledì costa meno – ed effettivamente, abbiamo visto lo stesso identico volo scendere di prezzo a metà settimana. I picchi sono invece nel weekend, quando la gente ha più tempo per cercare e prenotare vacanze. Un primo consiglio, dunque: non siate impazienti e aspettate sempre metà settimana.

Un altro consiglio, se mai doveste decidere di partire per il giro del mondo: comprate ogni singolo volo. Passate il tempo che ci vuole su Skyscanner per trovare le migliori combinazioni aeree. State partendo per un’avventura lunga mesi, per una volta non avete bisogno di sfruttare sabati e domeniche – insomma, evitate di volare nei weekend. Ricordatevi sempre che un volo notturno equivale a una notte in meno da pagare in un qualche alloggio.

Esistono agenzie di viaggio che possono creare un itinerario aereo per voi, risparmiandovi la fatica di scegliere i voli uno a uno. In quei cinque mesi, ci siamo informati anche su questa opzione, pensando fosse più comoda, veloce e conveniente. Ci sbagliavamo.

Abbiamo contatto due agenzie di viaggi, una in Italia e una in Inghilterra. La prima ci avrebbe semplicemente comprato tutti i voli, facendoci risparmiare sì un po’ di tempo, ma non soldi. La seconda ci ha proposto il “Round the World Ticket” (RWT), di cui molto probabilmente avrete già sentito parlare. Si tratta di un biglietto aereo dalla durata di massimo un anno che ti permette di girare il mondo, partendo e tornando dalla stessa destinazione.

Il brutto di questa soluzione è che ci si muove solo in senso orario o antiorario e non si può mai tornare indietro. Se per qualsiasi motivo si perde un volo, saltano anche tutti gli altri come birilli. L’altro problema del Round the World Ticket è che include le principali compagnie aeree, ma non le low cost (quindi sicuramente vi perderete l’emozione di volare con Scoot, che al momento di prenotare vi sbatte in faccia la simpatica immagine di un omino in paracadute) – è naturale che la cifra finale sia più alta del “fai da te”. E proprio perché non include tutte le compagnie aeree, magari vi ritroverete a volare dal Vietnam al Giappone facendo scalo a New Dehli.

Tipico umorismo giapponese

Forse conviene se si ha davvero un intero anno a disposizione. Non essendo il nostro caso, non possiamo saperlo. Ma se avete in mente un giro del mondo di qualche mese, preparatevi a passare molte serate su Skyscanner. Scordatevi di uscire il mercoledì sera. Per volare intorno al globo con meno di 1500 euro, potrebbe valerne la pena.

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Giulia&Giovanni
Milan, Italy

Ciao! Siamo Giulia & Giovanni. Entrambi trentenni, siamo cresciuti nella stessa piccola città, abbiamo frequentato la stessa scuola, e ci siamo ignorati per 28 anni. Oggi siamo una coppia pronta a partire per il giro del mondo. Un viaggio di 80 giorni (sì, proprio come il libro di Jules Verne, ma è una pura coincidenza) per vedere il mondo in una volta. Finalmente a settembre si parte e non vediamo l’ora di raccontarvi tutto, con le parole e con le immagini.

Ora siamo in:
Iscriviti al blog!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Facciamo parte di
Calendario
Settembre: 2019
L M M G V S D
« Dic    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30